Ad ogni modo, prima di proseguire nella lettura, sappi che se hai bisogno puoi contare sul Supporto Gratuito di RimborsoSicuro.

Puoi contattarci immediatamente mediante il FORM DEDICATO oppure chiamando il Numero Verde 800.177.569

Accordo a saldo e stralcio

Chi si trova in difficoltà economiche e non riesce più pagare un finanziamento, o semplicemente non vuole, può utilizzare uno strumento che si chiama accordo a saldo e stralcio per risanare i propri debiti. Con il saldo e stralcio, infatti, è possibile estinguere un debito pagando una somma inferiore a quella dovuta. Si tratta un vero e proprio accordo con il quale il debitore ed il creditore risolvono bonariamente la situazione debitoria in sofferenza.

saldo e stralcio

Come smettere di pagare i finanziamenti? 

Il debitore può proporre al creditore una somma inferiore a quella dovuta per chiudere definitivamente il proprio stato debitorio e si impegna a pagare subito una cifra a sua effettiva disposizione. Salderà la propria posizione debitoria solo con quanto possiede effettivamente. Mentre il creditore (la banca o la società finanziaria), a sua volta, rinuncia a qualsiasi pretesa o diritto relative al debito, stralciando appunto la posizione debitoria.

Per questo è più corretto definire il saldo e stralcio una transazione e non un contratto.

Quanto proporre per un accordo a saldo e stralcio?

Per formalizzare una proposta a saldo e stralcio è necessaria la forma scritta, per cui si consiglia di far redigere l’accordo ad un avvocato.

La riforma della giustizia ha imposto, per tutte le cause rivolte a recuperare un credito di valore uguale o inferiore a 50.000, di procedere prima a un tentativo di negoziazione assistita: l’avvocato dovrà, prima e obbligatoriamente, inviare un’offerta alla controparte per la risoluzione della vertenza.

La cosa più importante a cui deve prestare attenzione il debitore nel caso in cui la sua proposta venga accettata, è la modalità in cui verrà redatto l’accordo. Esso infatti dovrà contenere esplicitamente la rinuncia al debito residuale.

Se questa specifica non fosse presente, il debitore correrà il rischio di rimanere segnalato per il debito restante.

Vantaggi del saldo e stralcio

Le ragioni per le quali preferire un pagamento a saldo e stralcio sono molteplici ma il più delle volte si tratta di esigenze di carattere pratico.

  • Il debitore può proporre anche una riduzione del debito consistente (come ad esempio il 30-40%);
  • Il creditore, invece, riesce a recuperare velocemente il suo credito perché può chiedere che gli venga corrisposto subito;
  • Il creditore evita di procedere per il recupero forzoso del credito.

L’impegno del creditore consiste dunque nell’accettare la somma offerta dal debitore, sebbene inferiore a quanto originariamente pattuito, ma al contempo gli giova in quanto potrà risparmiare lunghe e onerose procedure esecutive e di recupero.

Un accordo a saldo e stralcio è potenzialmente idoneo a chiudere anche un processo esecutivo, se prima della vendita, debitore e creditore riescano ad accordarsi per transigere ad un prezzo inferiore.

Il pagamento a saldo e stralcio è di norma eseguito in un’unica soluzione ma le parti possono anche accordarsi per un pagamento dilazionato nel tempo.

Se il debitore non adempie a quanto pattuito successivamente, il creditore può pretendere la somma originaria.

Per richiedere una consulenza o assistenza gratuita puoi contattarci chiamando da rete fissa al numero verde 800 177 569 (da rete fissa) o allo 081 503 23 22 (anche da mobile) oppure scriverci tramite il FORM CONTATTACI: RIMBORSOSICURO.IT è al tuo servizio!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: